CURE ODONTOIATRICHE A CARICO DEL SSR

09Febbraio
  • 1
  • 1
  • 1

CURE ODONTOIATRICHE A CARICO DEL SSR

Come ben sapete per esperienza, i pazienti con malattia di Huntington (MH) soffrono di problemi ai denti, forse più di altri, per:

– la difficoltà nell’eseguire l’igiene orale quotidiana, e nel mettere in pratica i suggerimenti forniti dall’odontoiatra,

– la difficoltà nel ricorrere ai normali studi odontoiatrici privati. Da un canto per la presenza di movimenti involontari non controllati che rendono difficoltose diverse procedure, dall’altro per la scarsa conoscenza della malattia di per se (vengono espressi spesso timori riguardo l’uso dell’anestesia locale o di alcune terapie antibiotiche),

– il maggio rischio di cadute accidentali con traumatismi facciali.

Per questo il PDTA per la MH prevede a pag. 19 ( http://servizissiir.regione.emilia-romagna.it/deliberegiunta/servlet/AdapterHTTP?action_name=ACTIONRICERCADELIBERE&operation=leggi&cod_protocollo=DPG/2020/8196&ENTE=1 ) un percorso dedicato; agli “assistiti con Malattia di Huntington il programma garantisce a titolo gratuito cure odontoiatriche di conservativa, igiene orale, ortodonzia e protesica, mentre il costo dei manufatti è interamente a carico dell’assistito in quanto non previsto dai Livelli Essenziali di Assistenza (LEA). Sulla base del programma regionale dovranno essere salvaguardati, comunque, i soggetti con Malattia di Huntington rientranti in condizione di vulnerabilità sociale (ISEE1), ai quali dovrà essere garantito anche il manufatto protesico a titolo gratuito”.

Non va dimenticato inoltre che, in occasione dell’accesso alle cure odontoiatriche, sono importanti le indicazioni e i suggerimenti che il Professionista fornisce al caregiver per migliorare l’igiene orale del proprio caro.

Le modalità di accesso alle cure odontoiatriche non sembrano essere le stesse nelle diverse ASL; è quindi necessario informarsi e chiedere  collaborazione nell’avvio di tale percorso, coinvolgendo il Neurologo di riferimento e/o il Medico di medicine generale.

La determinazione con cui ciascuno di noi chiede l’attuazione dei singoli punti previsti dal PDTA nel proprio contesto costituisce un modo, forse l’unico a nostra disposizione, per rendere il PDTA operativo in tutte le realtà regionali.

Posted by massimo  Posted on 09 Feb 
  • Post Comments 0